Sabato 21 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 17:07
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Ericsson, a Genova lavoratori ancora sul piede di guerra contro gli esuberi
Nuova assemblea, lunedi' mattina alle 10 agli Erzelli, ed ennesimo sciopero in vista per i lavoratori della sede genovese di Ericsson, contro la quindicesima procedura di licenziamento annunciata dall'azienda per il 2018. "Mercoledi' in tarda serata presso il campus romano, i vertici aziendali hanno presentato l'ennesimo pesantissimo piano di riduzione di personale a livello nazionale- ricorda in una nota la segreteria della Slc Cgil di Genova- fermi restando i 623 esuberi gia' annunciati, l'azienda ha aggiunto il conferimento entro il primo gennaio di tutti i tecnici di rete (circa 500 addetti di cui 150 esuberi) a un'azienda controllata al 100% da Ericsson. Inoltre, ha comunicato l'intenzione di cedere alcuni rami di azienda di attivita' ancora da circoscrivere, con circa 300 addetti interessati".

I sindacati si dicono "contrariati dal comportamento del governo che abbiamo piu' volte richiamato a un doveroso ed efficace intervento contro la grande marcia di ridimensionamento di Ericsson in Italia". Alla protesta si accoda anche il deputato genovese di Mdp, Stefano Quaranta. "Tutto accade nell'indifferenza di un governo che pare non interessarsi al futuro di tanti lavoratori", attacca il deputato che ricorda anche come in questi mesi abbia sollecitato l'esecutivo con diverse interrogazioni per chiedere che l'azienda ritirasse gli esuberi, presentasse un piano industriale e soprattutto chiarisse in merito ai finanziamenti pubblici ottenuti dal governo.

"Ho sempre ricevuto risposte vaghe e balbettii da parte dell'esecutivo e nell'ultimo question time non sono nemmeno riusciti a quantificare i finanziamenti complessivi ricevuti dalla multinazionale svedese- prosegue Quaranta- dal governo non abbiamo ricevuto risposte, ne' in via formale ne' informale". "Chiedo quindi- conclude- a tutti i parlamentari genovesi che si rendano disponibili a interrogare l'esecutivo e i suoi ministri a rispondere a questa semplice domanda: il governo sta dando ancora finanziamenti pubblici a Ericsson?".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi