Giovedì 21 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento 16:44
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Ceme azienda completamente esternalizzata? Tutti i dipendenti messi fuori da un giorno all'altro
Uno stabilimento che produce valvole di sicurezza per elettrodomestici, la Ceme Spa di Carugate (Mi), e 97 persone tra operai (90) e impiegati (7) che lavorano per la societa' licenziati da un giorno all'altro. Oggi i lavoratori sono scesi in sciopero. 
"Martedi' 5 giugno - racconta la Fiom - e' arrivata la formale comunicazione di Ceme Spa che testualmente recita: 'La situazione come sopra rappresentata, impone alla societa' un'inevitabile, ancorch'e' tempestiva, cessazione di ogni attivita' presso lo stabilimento
di Carugate, con conseguente esubero di tutto il personale ivi impiegato'".
Ma durante gli incontri di routine tra "il gruppo dirigente dell'impresa, sindacato e rappresentanti dei lavoratori e in alcuni casi anche di Assolombarda, che si sono susseguiti fino alla fine di aprile, mai e' stata pronunciata la parola 'esuberi', mai e' stata ventilata la possibilita' che la fabbrica venisse chiusa", aggiunge la Fiom denunciando la situazione. A questo punto manca quanche passaggio e gli interrogativi del
sindacato vanno in questa direzione: cosa e' successo di drammatico e improvviso alla Ceme di Carugate? Sono scomparsi gli ordini? "No, il lavoro c'e',- assicura la Fiom- solo che viene esternalizzato e, ci spiega l'impresa: 'La necessaria riduzione dei costi attraverso la chiusura dello stabilimento comportera', immediatamente, un notevole efficientamento dell'intera organizzazione aziendale'". A risposta arrivata da parte dell'azienda, giunge anche puntuale il grido della Fiom: "In questo caso c'e' un elemento di barbarie che va oltre i licenziamenti e la chiusura di una fabbrica: c'e' l'arroganza di un gruppo dirigente aziendale che senza alcun preavviso, senza alcuna discussione, cancella un'attivita' e 97 posti di lavoro".

E ancora: "È inaccettabile, nella sostanza e per la prassi- concludono i sindacalisti-. Faremo tutto il possibile, al fianco dei lavoratori, per scongiurare i licenziamenti e mantenere in attivita' lo stabilimento". A questo punto, la protesta, venerdi' 9 giugno dalle 10 alle 12 sciopero e presidio davanti ai cancelli della Ceme - via del lavoro, 2, Carugate.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi