Lunedì 17 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento 10:41
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Addetti alle pulizie nelle scuole, dopo la protesta sotto le finestre di palazzo Chigi e del Miur per Usb "siamo di fronte a un significativo cambio di passo"
Ieri, insieme agli insegnanti ed agli studenti in presidio sotto il ministero dell’Istruzione, i lavoratori exLSU-Ata hanno portato sotto il Parlamento la richiesta dell’ internalizzazione, con tutta la rabbia di venti anni di lotte. Una giornata che ha visto i lavoratori occupare via del Corso, sotto Palazzo Chigi, per far sentire la protesta al Presidente del Consiglio. Una giornata che, per la prima volta ha visto gli studenti raggiungere i lavoratori exLSU/Ata in piazza Montecitorio per sostenerne le ragioni.

Nella stessa giornata una grande manifestazione degli EX LSU ATA, organizzata da USB in Sicilia, ha manifestato davanti al Parlamento Siciliano.

Una delegazione di lavoratori dell’USB è stata ricevuta dal Presidente della Commissione Bilancio, Claudio Borghi, e dal Vice Ministro dell’Economia, Laura Castelli. La richiesta è stata quella della fine della privatizzazione e di una immediata internalizzazione. 

"Abbiamo riscontrato, dalla parte politica, sin da subito una precisa volontà ad ascoltare e capire le problematiche degli exLSU ATA e Appalti Storici", si legge in una nota di Usb.

La vice-ministro Castelli ha presentato le proposte emendative alla legge di Bilancio che il Governo intende presentare nelle prossime ore.Questo vuol dire, secondo Usb, l'assunzione a partire da Gennaio 2020 i Lavoratori exLSU/ATA. La determinazione delle procedure per l’ assunzione sarà contenuta in un apposito Decreto del MIUR unitamente al Ministero del Lavoro. Emendamento, per il quale, ci è stata assicurato l’avvenuta “bollinatura” da parte dei tecnici del Ministero dell’Economia e Finanze, oltre che l’approvazione da parte del Governo.

"Siamo di fronte ad un forte e significativo cambio di passo - si legge in una nota Usb -. Siamo, seppur con un rinvio a gennaio 2020, ad una seria svolta per la vertenza dei Lavoratori exLSU. Cosi come ci è stato assicurato che per le problematiche legate al Lotto 5 (Frosinone-Latina), dove i lavoratori non percepiscono lo stipendio da diversi mesi il MIUR, unitamente al MLPS, avvierà le ispezioni ministeriali e lo stesso Ministero dell’Istruzione nelle prossime settimane convocherà l’USB per dare risposte alle legittime aspettative dei lavoratori".

È evidente che oggi non finisce la lotta ma, ancor con più forza, sarà necessario continuare a chiedere e pungolare la politica per far sì che tenga fede agli impegni presi davanti a migliaia di lavoratori exLSUATA/Appalti Storici.
Sarà un anno lunghissimo in cui non dobbiamo dare tregua alla politica, fare attenzione ai gufi del sindacalismo ‘amico’ delle ditte e smontare le chiacchiere di chi non vuole l’internalizzazione.

 

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi