Lunedì 28 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento 06:50
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Roma e il disastro dell'Atac, a rimetterci intanto sono i lavoratori degli appalti
Ancora più nel baratro la situazione del trasporto pubblico a Roma. Da una parte il rifiuto delle banche di concedere la fidejussione, dall'altra la mannaia del refrendum sulla privatizzazione. Alla paralisi incombente si somma la situaizone dei lavoratori, soprattutto quelli dell'indotto e degli appalti: 140 lavoratori specializzati, sono stati licenziati dalla ditta Corpa Srl, che ha rifiutato la proroga dell'appalto in scadenza. "Anche per loro, come per la ripresa a pieno regime del servizio - si legge in una nota di Usb che nei giorni scorsi ha organizzato alcune proteste, Atac si ostina a non dare risposte, nell'inerzia dell'assessore Meleo e del presidente della Commissione Trasporti Stefàno, trincerati in un imbarazzante immobilismo".
Da oltre un mese il trasporto pubblico romano sta subendo grossi disagi, a causa dell'interruzione del servizio di pronto intervento sui bus che
si guastano in strada. Corse che saltano, vetture costrette ad attendere ore un rimorchio, intere linee sospese per carenza di vetture disponibili, con una contrazione del servizio che sfiora punte del 70%.

(clicca qui per vedere il video dell'iniziativa Usb).

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi