Giovedì 12 Dicembre 2019 - Ultimo aggiornamento 22:54
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Pensionati, Multiservizi, metalmeccanici, pubblico impiego, Rilancio del Sud: fitto il calendario degli appuntamenti di lotta
Sciopero dei servizi integrati multiservizi. Venerdì 31 maggio
sciopero e manifestazione organizzata dalla Filcams Cgil a Roma in
piazza della Bocca della Verità. Il contratto nazionale dei settori
pulizie e servizi integrati multiservizi è scaduto da oltre 72 mesi e
i 600 mila la lavoratici e i lavoratori del comparto sono ormai
esausti. Lavoratori invisibili, ma indispensabili per la nostra
società; lavoratori che svolgono servizi essenziali e ci permettono di
utilizzare tutti i giorni ospedali, scuole, tribunali, uffici, banche,
poste, caserme.

DOMANI, PRIMO GIUGNO torneranno in piazza i pensionati per la
manifestazione nazionale organizzata dallo Spi Cgil insieme ai due
sindacati dei pensionati della Cisl e della Uil. I pensionati si
battono contro il blocco delle rivalutazioni delle pensioni e per una
riforma effettiva della previdenza oltre che per una sanità pubblica
universale. Lo slogan della manifestazione di piazza San Giovanni è
“Dateci retta”. In vista della manifestazione di giugno i sindacati
dei pensionati hanno organizzato già tre assemblee nazionali
preparatorie che si sono tenute a Padova, Roma e Napoli all’inizio di
maggio. La diretta della manifestazione di Piazza San Giovanni su
RadioArticolo1 (www.radioarticolo1.it) a partire dalle 10,30

8 GIUGNO scenderanno in piazza i lavoratori pubblici per una
manifestazione nazionale a Roma (Piazza del Popolo) per il rinnovo dei
contratti, un piano straordinario di assunzioni e la richiesta di
maggiori risorse per il Welfare. In vista della manifestazione, il 5
giugno, dalle ore 11.45, presso Palazzo Valentini nella Sala "Mons. Di
Liegro" della Città Metropolitana di Roma Capitale (Via IV Novembre
119/a), si terrà la conferenza stampa unitaria di Fp Cgil, Cisl Fp,
Uil Fpl e Uil Pa. Durante la conferenza stampa verranno illustrate le
ragioni della mobilitazione e presentati anche i dati relativi ai
fabbisogni di personale della Pa in rapporto ai livelli occupazionali
attuali. La grande manifestazione di protesta vedrà, tra le altre,
l'adesione dei segretari generali Confederali di Cgil, Cisl e Uil,
Landini, Furlan e Barbagallo.

14 GIUGNO sarà la volta dei metalmeccanici che tornano a scioperare
unitariamente. Nell’ambito dello sciopero Fim, Fiom e Uilm hanno
organizzato tre manifestazioni nazionali che si terranno a Milano,
Firenze e Napoli all’insegna del “Futuro per l’industria” : difendere
e aumentare l’occupazione con investimenti pubblici e privati.

22 GIUGNO. Infine ultimo appuntamento in agenda sarà quello del 22
giugno con la manifestazione nazionale unitaria per il rilancio delle
regioni del Sud. Dopo la due giorni di Matera che si è appena
conclusa, il prossimo appuntamento per parlare del rilancio del
Mezzogiorno sarà quello di Reggio Calabria. “Il 22 giugno Cgil, Cisl,
Uil saranno a Reggio Calabria per una grande manifestazione – ha detto
il segretario generale della Cgil Maurizio Landini - non sarà una
manifestazione del sud, ma di tutta l’Italia per dire che il sud è una
questione nazionale ed europea, che senza il rilancio del sud non c’è
una nuova crescita”.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi