Martedì 25 Febbraio 2020 - Ultimo aggiornamento 12:00
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Thyssenkrupp, si aprono le porte del carcere per due dirigenti condannati per il rogo di Torino
Il Tribunale di Hamm, in Germania, ha respinto il ricorso dei due manager di Thyssenkrupp, già condannati in Italia per il rogo del 6 dicembre 2007 che portò alla morte di 7 operai. I due dirigenti sconteranno così 5 anni di carcere in Germania per omicidio colposo e incendio doloso per negligenza. La pronuncia del tribunale arriva a 12 anni dall'incendio a Torino dove persero la vita 7 persone. Il tribunale italiano li aveva condannati in un caso a 6 anni e 10 mesi e nell'altro a 9 anni e 8 mesi, ma in Germania il massimo della pena per questi tipi di reati è 5 anni. “La pronuncia dei magistrati di Hamm conferma che il processo Thyssenkrupp fu un processo giusto", commenta Raffaele Guariniello, pubblico ministero del caso Thyssenkrupp, mentre per Graziella Rodinò, mamma di Rosario, uno dei sette operai morti nel rogo di Torino, la sentenza, “è un passo avanti ma la vera notizia per noi familiari sarà quando ci diranno che saranno entrati in carcere”.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi