Mercoledì 15 Luglio 2020 - Ultimo aggiornamento 07:43
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Turismo, domani protesta dei lavoratori e delle lavoratrici sotto le finestre del Campidoglio. "Ci mandano al massacro senza un intervento reale e senza veri ammortizzatori sociali"
Lunedi’ 15 giugno lavoratrici e lavoratori del turismo terranno un presidio in piazza del Campidoglio a partire dalle dieci. Dito puntato contro il Governo accusato di aver abbandonato il settore all’assenza di politiche per la crescita, “mentre tutela e garantisce gli interessi delle grandi imprese”. “Per le lavoratrici e i lavoratori – si legge in una nota firmata da Usb/Lavoro Privato - resta solo la prospettiva di veder svanire da qui a poco la miseria erogata dagli ammortizzatori sociali senza alcuna prospettiva per il futuro. Le lavoratrici e i lavoratori del turismo non saranno né complici né vittime della macelleria sociale orchestrata dal Governo Conte e i suoi compari”.
Queste le richieste dei lavoratori e delle lavoratrici del turismo. 

• Reddito garantito e divieto di licenziamento fino alla totale ripresa del settore
• Applicazione delle norme in materia di sicurezza nei posti di lavoro
• Sospensione immediata del pagamenti di tutti i tributi e contributi fino a fine crisi e rimborso degli anticipi già versati per le partite IVA
• rimodulazione delle addizionali comunali e regionale per i lavoratori dipendenti
• riallocazione dei proventi delle tasse di soggiorno e permessi ZTL Bus per la creazione di un fondo di mutuo soccorso per i lavoratori e le lavoratrici del turismo e potenziamento dei servizi sul territorio
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi