Venerdì 26 Febbraio 2021 - Ultimo aggiornamento 19:05
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Deroghe al divieto di licenziamento anche con una sola firma sindacale. Lo precisa l'Inps
L'accordo aziendale di incentivo all'esodo (è una delle deroghe al divieto di licenziamento) è legittimo se sottoscritto da una sola e non da tutte le sigle sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale.

Lo precisa l'Inps nel messaggio n. 689/2021, nel correggere il comportamento di alcune sedi che, invece, stanno respingendo le domande di Naspi (indennità di disoccupazione) presentate dai lavoratori che hanno aderito ad accordi che non portano la sottoscrizione di tutte le sigle sindacali.
Il divieto licenziamento è una delle misure di contenimento della crisi per pandemia. Operativo fìno al 31 marzo (ma è in cantiere un'altra proroga), il divieto di licenziamento si applica nelle seguenti fattispecie:
• procedure di cui agli artt. 4, 5 e 24, della legge n. 223/1991 (licenziamenti collettivi); quelle eventualmente già avviate al 23 febbraio 2020 restano sospese;
• licenziamento per giustificato motivo oggettivo (art. 3, legge ç. 604/1966);
• procedure di concilia zione (art. 7 della legge n. 604/1966).

Sono esclusi dal divieto i licenziamenti per fallimento, se non è previsto l'esercizio provvisorio dell'impresa o ne sia stata disposta la cessazione. Inoltre, non si applica ai casi di licenziamenti motivati da cessazione definitiva dell'impresa, in conseguenza alla messa in liquidazione della società senza continuazione, anche parziale, dell'attività; ai casi in cui nel corso di liquidazione non c'è cessione di un complesso di beni o attività che possano configurare un trasferimento d'azienda o di un ramo di essa; ai casi di accordo collettivo aziendale, stipulato dai sindacali più rappresentative a livello nazionale, di incentivo alla risoluzione del rapporto di lavoro, per i soli lavoratori che aderiscono all'accordo. In tutti i casi di licenziamento, i lavoratori hanno diritto alla Naspi. I dubbi delle sedi Inps.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi