Giovedì 22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento 18:13
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Metalmeccanici, verso l'accordo con un aumento di 112 euro
Verso l'accordo tra Federmeccanica e Assistal e Fiom, Fim e Uilm per il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici, scaduto a fine 2019: le parti sarebbero vicine ad un'intesa sulla parte salariale prevedendo un aumento di 112 euro sui minimi al quinto livello, 100 euro al terzo, ma con una vigenza contrattuale da gennaio 2021 e allungata a giugno 2024. Quattro le tranche che sarebbero previste a giugno di ogni anno: (25 euro per il 2021, 25 euro per il 2022, 27 euro per il 2023 e 35 euro per il 2024). A questi aumenti, sempre a quanto si apprende, si aggiungono i 12 euro dell'indice Ipca sui minimi da giugno 2020 per effetto dell'ultrattività dovuta alla struttura del Ccnl precedente. Confermati, inoltre, 200 euro l'anno di flexible benefit. Oltre la parte salariale, si va alla riforma dell'inquadramento professionale con tra l'altro l'eliminazione del primo livello.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi