Mercoledì 19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento 16:26
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Il Csm contro Berlusconi: «Acquisiremo le sue dichiarazioni sui giudici»

Il Csm acquisirà le dichiarazioni del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, durante la riunione dell'ufficio di presidenza del Pdl. «E' un'escalation di denigrazioni contro tutta la magistratura, non possiamo fare a meno di intervenire», dice il consigliere togato Mario Fresa (Movimento per la giustizia), che in Prima Commissione è relatore della pratica già aperta dopo le affermazioni con le quali il premier, lo scorso settembre, accusava i magistrati di Milano e Palermo di cospirare contro di lui.
Il premier, durante la riunione di ieri dell'ufficio di presidenza del Popolo delle Libertà, aveva illustrato ai massimi dirigenti del partito i cambiamenti che il governo vuole apportare nella celebrazione dei processi in Italia, affermando che «con questi magistrati non si può andare avanti, ora occorre cambiare passo». Berlusconi avrebbe parlato anche di «una vera e propria persecuzione giudiziaria» nei suoi confronti, «che porta il paese sull'orlo della guerra civile».

«Chiederò alla Commissione - ha spiegato Fresa - di acquisire le ultime dichiarazioni, anche riportate attraverso gli organi di stampa. Sono dichiarazioni pubbliche. Lunedì avremmo comunque discusso della pratica già aperta. Avremmo voluto che non ci fossero altre dichiarazioni di questo tenore. Quelle pronunciate ora sono anche più gravi: si accusa la magistratura di voler sovvertire la democrazia, la Costituzione. Sono queste dichiarazioni - sostiene ancora Fresa - che pongono seri problemi di tenuta delle istituzioni democratiche; si altera l'equilibrio tra poteri e funzioni dello Stato».

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi