Giovedì 03 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento 06:41
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Di Pietro reagisce all'imboscata. Ferrero (prc): contro di lui campagna di regime
Le accuse rivolte nei suoi confronti comparse sui giornali sono "un'imboscata" per "mettere a tacere una voce scomoda e non cercare la verità". Ma lui non ci sta ed è pronto a querelare "i nuovi calunniatori". Antonio Di Pietro dal suo blog ribatte accusa per accusa e rilancia: "Nei prossimi giorni continuerò a mettere in Rete la documentazione che smantella punto per punto il castello di accuse mosse contro di me, e che sono in realtà copiate di sana pianta da quelle sollevate a suo tempo da giornali che fanno della calunnia la loro forza, salvo poi dovermi pagare fior di quattrini in seguito alle querele da me sporte". Il blog ha come destinatario Maurizio Crozza a cui Tonino chiede di non prestarsi a "un'operazione di killeraggio". "A volte bisogna saper fare un passo indietro. Io l'ho fatto due volte, e sono ben pochi gli uomini pubblici che in Italia possono dire altrettanto - aggiunge Di Pietro -. Ho lasciato senza esitazione prima un lavoro che amavo, nel quale avevo raggiunto risultati direi soddisfacenti, e poi un posto di ministro, per difendermi dalle accuse ipotizzate dalla magistratura con le mani libere e senza recare nocumento alle istituzioni. Ma ci sono occasioni in cui bisogna, invece, non arretrare di un millimetro. Quando ti calunniano personalmente per toglierti di mezzo politicamente, quando cercano di ottenere con le campagne scandalistiche quello che non possono ottenere altrimenti, cioè la resa mia e dell'Italia dei Valori, non ci si piega ma si combatte a viso aperto, sapendo che presto o tardi la verità avrà la meglio". Ad esprimere la propria solidarietà a Di Pietro è Paolo Ferrero del PRC, contro di lui - scrive nel suo blog - è in atto una potente campagna mediatica sta cercando di uccidere politicamente di pietro. La costruzione di un regime passa anche attraverso questo utilizzo dell'informazione, conclude Ferrero
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi