Sabato 24 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 11:42
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Ferrero. "Il vertice romano è inadeguato alla proposte"
"La cosa piu impressionante del vertice romano - dichiara Paolo Ferrero, Segretario Nazionale di Rifondazione Comunista - è la totale inadeguatezza delle proposte. Di fronte alla più grave crisi mondiale mai vista, propongono la crescita ma parallelamente lasciano inalterato il fiscal Compact che, da solo, getterà l'Europa ed in particolare l'Italia nella recessione più nera. Il tutto senza affrontare il nodo della cattiva distribuzione del reddito che è all'origine degli scarsi consumi e quindi della recessione''. "Le misure per la crescita - spiega Ferrero - saranno quindi solo ulteriori soldi tolti allo stato sociale e dirottati in grandi opere, a volte inutili e dannose come la Tav, senza aumentare di un millimetro la domanda, che è l'unica che può trainare l'economia. Sulla speculazione la meritoria proposta della Tobin tax che vedremo se applicheranno e in che modo vista l'opposizione dell'Inghilterra - aggiunge il Segretario - è oggi del tutto inadeguata: adesso il problema è bloccare la proliferazione di centinaia di migliaia di miliardi di derivati che continuano ad aumentare, così come è necessario bloccare sul nascere la speculazione sui debiti pubblici. Su questo il nulla cosmico. Infatti di modifica del ruolo della Bce -conclude-  non si è nemmeno parlato e neanche gli Eurobond sono stati presi in considerazione. Questo vertice mi pare si possa riassumere cosi: un grande esercizio di propaganda, aria fritta, ma ben condita''.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi