Giovedì 20 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento 16:26
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


LETTERA APERTA A MARCO REVELLI, LIVIO PEPINO, CHIARA SASSO
Cari Revelli, Pepino, Sasso

Il risultato della consultazione degli aderenti di “Cambiare #Sipuò” è inequivocabile. Il 64,7% ha risposto in maniera affermativa circa la necessità di proseguire il confronto e la costruzione di una lista unitaria, con candidato premier Antonio Ingroia, in alternativa ai due poli di centrodestra e centrosinistra. Dopo gli incontri molto belli e partecipati che abbiamo tenuto a Torino chiedo a tutti di tener conto dell’esito della consultazione.

In particolare mi rivolgo a Voi che in occasione dell’ultimo incontro avete espresso valutazioni molto critiche sulla fattibilità di una convergenza tra percorsi diversi. Vero di percorsi non sempre caratterizzati da una linearità e coerenza di posizioni politiche ma come non vedere che il risultato fondamentale oggi è rappresentato dalla nascita di una coalizione antimontiana e antiliberista, risultato fino a non molto tempo fa tutt’altro che scontato?

Il ritrarsi dal confronto per la composizione di una lista unitaria è una scelta totalmente sbagliata, non tanto per assenza di difficoltà o ragioni critiche anche condivisibili, ma per un eccesso d’idealismo e astrazione che rischia di non tener conto, nella ridefinizione e innovazione della rappresentanza e dell’azione politica, della dialettica e della faticosità dei processi politici reali.

La consultazione ha detto, con largo margine, che la strada del confronto e di una lista unitaria va percorsa fino in fondo. Alla luce di quest’orientamento Vi chiedo di riprendere al più presto il confronto e di impegnarci tutte/i a partire dalla realtà di Torino, per dare voce oltre che alle forze politiche anche e soprattutto ai movimenti, all’associazionismo, ai comitati, alle lotte sociali presenti a livello territoriale. Su questa strada possiamo davvero fare passi in avanti coerentemente al progetto di cittadinanza attiva e di rivoluzione civile che abbiamo intrapreso come “Cambiare #Sipuò”.

Con stima, i miei auguri per un anno davvero nuovo da costruire insieme.

* Segretario provinciale Torino

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi