Sabato 15 Agosto 2020 - Ultimo aggiornamento 09:28
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Usa, il senato trova l’accordo per evitare il default
I rappresentanti del senato hanno annunciato di aver trovato un nuovo accordo bipartisan per far finire lo shutdown, la chiusura temporanea delle attività del governo, ed evitare il default, il fallimento del governo statunitense.

Insomma, alla fine accordo raggiunto al Senato per innalzare il tetto sul debito e riaprire il governo Usa. Scongiurato così il pericolo di un default degli Stati Uniti. Il progetto, non appena sarà definito ufficialmente, andrà alla Camera per il primo voto, il più complicato considerata la maggioranza repubblicana. Un accordo che prevede un voto con maggioranza bipartisan, facendo affidamento sui centristi, democratici e repubblicani che hanno il compito di isolare gli estremi. Infatti, gli irriducibili del tea party non ci stanno e continuano con la loro posizione dura, contro ogni ipotesi di soluzione. Dopo il voto della Camera si andrà al Senato dove l'approvazione è scontata (grande maggioranza dei democratici) e poi alla Casa Bianca per il voto.

L’accordo trovato aggirerebeb anche le modifiche alla riforma sanitaria di Obama, e rappresenterebbe quindi una grande vittoria per i democratici. E una grave sconfitta per i repubblicani, che in queste settimane avevano bloccato i lavori del congresso proprio per opporsi all’Obamacare.

Si tratta, comunque, di un compromesso temporaneo. Infatti, l'accordo prevede la riapertura del governo fino al 15 di gennaio e il rinnovo del tetto sul debito fino al 7 dicembre. Fino a quei giorni si continuerà a negoziare e i repubblicani non molleranno di certo la presa, soprattutto per quel che riguarda il taglio alla spesa sociale e lo smantellamento dell'Obamacare.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi