Venerdì 24 Gennaio 2020 - Ultimo aggiornamento 22:08
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Bloody sunday, dopo 41 anni potrebbe scattare il processo contro i parà inglesi
A 41 anni dalla terribile 'bloody sunday' del 30 gennaio 1972 in cui le truppe britanniche a Londonderry aprirono il fuoco sui dimostranti cattolici e ne uccisero 14, ora fino a 20 paracadutisti di Sua Maesta' rischiano di finire sotto processo. A rivelarlo è il Sunday Times dopo aver scoperto che il ministero della Difesa di Londra ha iniziato ad incaricare alcuni avvocati della difesa dei soldati sopravvissuti che oggi hanno tra i 60 e i 70 anni almeno.
Militari che saranno interrogati nella fase preliminare del procedimento penale che potrebbe essere riaperto. Questo l'ultimo sviluppo dopo 12 anni e 200 milioni di sterline spese dell'inchiesta di lord Saville.
Indagini che hanno dimostrato come tutti in manifestanti quella "domenica di sangue" a Bogside fossero disarmati e che, quindi, le uccisioni siano state del tutto "ingiustificate e ingiustificabili". Il rapporto di Lord Savile ha concluso che quel giorno 26 para' aprirono il fuoco ma molti spararono in aria. In particolare, pero', due soldati, identificati come caporale F e soldato G colpirono da soli tra 8 e 10 persone.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi