Lunedì 25 Maggio 2020 - Ultimo aggiornamento 10:51
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Ilva di Taranto: 53 avvisi, indagati Vendola Fratoianni Riva e Stèfano
Nichi Vendola, Ignazio Stefano (attuale Sindaco di Taranto), Nicola Fratoianni (all'epoca assessore regionale e oggi deputato), compaiono nei 53 nomi degli avvisi di garanzia inviati oggi dalla procura di Taranto per l'indagine sull'Ilva. Secondo gli investigatori, il presidente pugliese avrebbe cercato di ammorbidre le posizioni del direttore dell'Arpa, indicando una linea morbida da seguire con il colosso siderurgico accusato di aver avvelenato Taranto. Tra i nomi dell'inchiesta spicca anche  quello dell'imprenditore Riva.   Secondo i giudici, un ruolo di primissimo piano nella vicenda di Taranto lo ha ricoperto Girolamo Archinà, ex potentissimo responsabile dei rapporti istituzionali del gigante dell'acciaio. Archinà sarebbe stato l'eminenza grigia dei signori dell'acciaio, l'uomo che teneva relazioni e rapporti con politici e funzionari per assicurare all'Ilva la possibilità di continuare a produrre, calpestando l'ambiente e la salute di Taranto. Lui avrebbe mantenuto i rapporto con gli enti locali, il clero e i giornalisti, senza lesinare di corrompere un consulente della procura al quale avrebbe pagato 10.000 euro per addomesticare una perizia sulle cause dell'inquinamento.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi