Martedì 23 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 16:49
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Valsusa, PRC: Basta intimidazioni mafiose contro il movimento no tav
"L'attentato incendiario di questa notte che ha distrutto il presidio No Tav di Vaie è l'ennesima riprova del clima di intimidazione mafiosa che vige in Val Susa. Non è da oggi ma da anni che i presidi No Tav della valle vengono fatti oggetto di incendi, danneggiamenti vari, così come incessanti sono le minacce rivolte contro gli attivisti del movimento. Di tutto questo si parla pochissimo. Per definizione la deriva violenta è del movimento No Tav a cui viene addossata pregiudizialmente ogni sorta di attentati poco verosimili, che potrebbero benissimo essere simulati e anch'essi di matrice mafiosa. Volete scommettere che questa volta il Presidente della Repubblica, cosi come tanti uomini del governo proni nel sostenere i lavori di realizzazione della nuova linea di Alta Velocità non prenderanno carta e penna per esprimere condanna della violenza contro i No Tav? Troppo strabici, troppo impegnati a dare il proprio sostegno incondizionato alla realizzazione di un'opera assurda e distruttiva.

Nell'esprimere solidarietà al movimento No Tav come Rifondazione Comunista ci sentiamo più che mai impegnati alla piena riuscita della manifestazione del 16 novembre contro la militarizzazione e la distruzione di una valle e di una comunità".

Ezio Locatelli - Prc Torino 

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi