Lunedì 22 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 11:18
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Roma, sul bilancio le critiche del Prc: "Non c'è la progressività delle imposte"
Pochi giorni fa è stato approvato il bilancio di previsione del Comune di Roma. Marino, nonostante abbia preso un paio di legnate dal Governo, che gli ha ridotto di due terzi l’importo da trasferire nella gestione commissariale, siè vantato per giorni di non aver aggiunto altre tasse. Fabio Alberti (PRC Roma)fa timidamente notare che la notizia che non ci sono interventi sul fisco non è una buona notizia, in quanto manca “la progressività delle tasse comunali”.

"Per dare un giudizio sulla proposta di bilancio 2013 del comune di Roma – scrive Alberti in una nota - attendiamo di analizzare il testo. Sinora abbiamo solo dichiarazioni dell'oste sul vino. E non sono positive se è vero che vi sono, ad esempio, 60 milioni di tagli sui trasporti.
Ma una cosa si può certamente dire: il fatto che non siano previsti interventi fiscali – continua Alberti - non è una buona notizia. Ciò significa infatti che la giunta Marino intende proseguire la politica di tasse non progressive impostata da Alemanno: aliquote uguali per tutti a prescindere dal livello di reddito e di ricchezza".
Quindi, per farla breve, i pensionati con la minima continueranno a pagare l'addizionale Irpef con la stessa aliquota dei grandi redditieri. I proprietari di un solo alloggio, oltre a quello che abitano, continueranno ad essere tassati, con l'IMU, allo stesso modo di palazzinari e grandi proprietari.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi