Martedì 20 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 18:51
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Formigoni accusato di associazione per delinquere
La Procura di Milano ha chiuso le indagini sulla fondazione Maugeri nei confronti di 17 persone. Fra queste troiviamo il governatore uscente della Lombardia, Roberto Formigoni, che è accusato tra l'altro anche di associazione per delinquere. Dall'avviso di chiusura delle indagini sulla Fondazione Maugeri emergerebbero nuove accuse, rispetto a quelle già note, a carico di Roberto Formigoni, al quale era stato notificato un avviso di garanzia per corruzione aggravata. Oltre che a Formigoni l'atto che sigla la fine delle indagini e precede, di solito, la richiesta del processo, é stato notificato, tra gli altri, a Pier Angelo Daccò, Antonio Simone, Carlo Lucchina, Carla Vites, Costantino Passerino, Umberto Maugeri, Nicola Maria Sanese, Alberto Perego.

I Pm milanesi accusano Formigoni di aver ricevuto «utilità» per 8 milioni di euro in cambio di appoggi alla Maugeri. Il presidente della Regione avrebbe garantito alla fondazione «a fronte delle illecite remunerazioni, una "protezione globale" e si adoperava affinchè fossero adottati da parte della Giunta, in violazione di legge e dei doveri di imparzialità, di anno in anno, provvedimenti diretti ad erogare consistenti somme di denaro e a procurare altri indebiti vantaggi economici» all'ente con sede a Pavia. Tra le «utilità» per Formigoni viaggi e l'uso di yacht. Il governatore della Lombardia per la Procura di Milano non ha restituito alcun importo di denaro per i «favori» ricevuti. 
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi