Martedì 16 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 21:17
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Accorinti, sindaco "No Ponte": a Messina vince con il 52%. Ragusa al grillino Piccitto
Renato Accorinti è il nuovo sindaco di Messina. L'esponente "No Ponte" è riuscito a spuntarla con il 52% dei voti sul candidato del centrosinistra Calabrò. Accorinti è stato appoggiato dai movimenti, dal cattolicesimo di base e da Rifondazione Comunista, PdCI, IdV e Verdi che facevano parte della lista di Accorinti. "E' una vittoria di tuti i cittadini", ha commentato a caldo il neosindaco. "Vittoria della città per un risultato impensabile in partenza viste le forze in campo". Accordinti, arrivato al ballottaggio contro ogni previsione con "Cambiamo Messina dal basso". "Se e' successo questo vuol dire che si sta avviando un cambiamento profondo", ha aggiunto Accorinti, e ha annunciato che come suo primo atto abbattera' il muro provvisorio attorno a Palazzo Zanca, il municipio, "affinche' ci sia libero accesso a tutti i cittadini". "A Messina vince il cambiamento - sottolinea Paolo Ferrero, segretario del Prc, in una nota - anche se in questo caso SEL e M5S non stavano dalla parte del cambiamento ma dall’altra. Queste elezioni ci dicono che in Italia vi è voglia di cambiare e che vuole giustizia sociale, solidarietà, pace, tutela dell’ambiente, diritti". Voto positivo anche a Ragusa dove Piccitto (M5S) ha vinto con il 69% dei voti contro il candidato delle "arghe intese", sostenuto dal presidente della Regione Crocetta. "Esprimo la piena soddisfazione per questa vittoria - dice ancora Ferrero - ottenuta anche grazie all'accordo del Movimento 5 Stelle con le liste civiche di sinistra, Città e Partecipiamo, di cui facevano parte gli esponenti di Rifondazione Comunista, IdV e SEL. Questo risultato parla a tutto il paese e apre una strada ad una collaborazione tra forze che vogliono cambiare la società contro i poteri forti che governano questo paese".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi