Giovedì 13 Agosto 2020 - Ultimo aggiornamento 09:28
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Governo Letta: per i giovani precarietà e ignoranza
Come da tempo vado sostenendo, è in atto una vera e propria strategia dei governi e della classe dominante italiana per disincentivare ogni interesse allo studio e alla cultura da parte dei giovani.

Tappe di questa strategia sono state, fra le altre, la riforma universitaria del tre più due, la nomina a ministro di un personaggio assolutamente improbabile come la Terminator Gelmini, il costante assottigliamento dei fondi, l’attacco all’autonomia scolastica e universitaria, la promozione di un modello culturale di riferimento basato sulla ridicolizzazione del pensiero, specie se critico. E si tratta di una strategia che sta raggiungendo il suo scopo, se è vero che, fra l’altro, l’Italia, grazie a questi governi, è divenuta il fanalino di coda dell’Unione europea con il 21% dei laureati a fronte di una media del 35%. Per non parlare delle disastrose e preoccupanti percentuali di abbandono scolastico crescente. Nonostante, è il caso di dirlo, l’eroico impegno degli insegnanti, recentemente riconosciuto perfino dall’Ocse.

continua a leggere 

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi