Mercoledì 05 Agosto 2020 - Ultimo aggiornamento 08:32
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Bangladesh, dopo il crollo del Rana Plaza nuova legge sul lavoro. Human rights la critica
Dopo la tragedia del Rana Plaza il Bangladesh ha approvato una nuova legge sul lavoro, ma per Human Rights Watch (Hrw) "non e' ancora sufficiente" per proteggere i diritti dei lavoratori.

Il Parlamento dunque ieri ha varato una serie di emendamenti alla legislazione esistente per adeguarla agli standard internazionali. 

Tra le novità c'e' il diritto a creare un sindacato anche senza il permesso dell'azienda, la costituzione di un fondo di previdenza e anche la liquidazione di fine lavoro. Lo scopo è di ridurre lo sfruttamento dei circa 4 milioni di operai, soprattutto le donne, che producono in maggior parte per le catene mondiali della moda e che hanno salari minimi di 38 dollari mensili, i piu' bassi al mondo.

"Il Bangladesh ha disperatamente bisogno di spostare l'attenzione dal disastro del Rana Plaza e sta mostrando che si prende cura dei diritti dei lavoratori", ha dichiarato Phil Robertson, vicedirettore per l'Asia di Hrw. "Questa - hacontinuato Robertson - sarebbe una buona notizia se la nuova legge adottasse completamente gli standard internazionali. Ma la triste realta' e' che il governo ha invece espressamente limitato alcuni loro diritti esponendoli a continui rischi e sfruttamento da parte delle imprese".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi