Martedì 25 Febbraio 2020 - Ultimo aggiornamento 12:00
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Berlusconi, anche in caso di elezioni anticipate incandidabile
Se il governo dovesse cadere prima del voto del Senato sulla sua incandidabilità, Silvio Berlusconi si potrebbe candidare a successive elezioni? "Assolutamente no".

Questa è la risposta netta e lapidaria di Dario Stefano, il Presidente della Giunta per le elezioni di Palazzo Madama, che a Radio Capital in un'intervista ha spiegato: "La Giunta decide sulla decadenza dall'attuale mandato, ma in ogni caso, la legge Severino ha introdotto un argomento che sarà ineludibile e a me sembra impossibile che gli organi preposti alla validazione del risultato elettorale, in primis la Corte di Appello, possa validare l'elezione di uno che incorre nelle prescrizioni della legge Severino".

Stefano inoltre per sostenere le sue osservazioni ricorda che "alle ultime amministrative la legge è già stata applicata, vedi il caso di 'Tarzan'", cioè Andrea Alzetta (Sel), che è stato dichiarato non proclamabile dopo l'elezione in Consiglio comunale a Roma, così come riporta infatti il verbale dell'ufficio elettorale centrale ai sensi decreto legislativo 235/2012 articoli 12 comma 4 e 10 lettera E.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi