Domenica 09 Agosto 2020 - Ultimo aggiornamento 09:15
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Berlusconi: "Sono innocente. Non mollo". Allontanata a spinte una signora col cartello: "Via i condannati dal parlamento"
Erano in 3.000 oggi tra giovani e non quelli "dell'esercito di Silvio" a protestare davanti Palazzo Grazioli.

E'stato il tgcom24 a stimarne 120.000 in una piazza che, tuttavia, di persone ne può contenere al massimo 3000.

Un raduno quello  dell'esercito di Silvio che ha lanciato i propri proclami prima sui social network. E lo hanno fatto su twitter utilizzando l'hashtag #guerracivile. Perché? Si tratta del monito che Bondi ha lanciato qualora il governo non provveda a fare in modo che Berlusconi non debba "soffrire ben 12 mesi di arresti domiciliari".

"Berlusconi libero!", hanno gridato quelli dell'esercito e lo hanno fatto fino alle ore 18,00 quando sul palco è salito Berlusconi: "Io sono innocente - ha dichiarato - ha aggiunto - La vostra vicinanza mi ripaga di tante pene e tanti dolori di questi giorni. Se il 4 di agosto di una domenica con 40 gradi all’ombra, con l’asfalto che brucia, dopo ore e ore di viaggio, un mare di gente è venuta qui per dimostrarmi stima vicinanza e affetto, io mi sento il dovere di impegnarmi ancora con ancora piu’ entusiasmo e passion. Ho attraversato le giornate più angosciose di tutta la mia vita - ha contonuato - Questa è una situazione tipica dei regimi. Nella nostra costituzione c’è scritto che la sovranità appartiene al popolo e non alla magistratura. Io sono innocente, non c’e’ mai stata una falsa fatturazione in Mediaset. Non credo che nessuno puo’ venirci a dire che questa e’ una manifestazione eversiva e che siamo degli irresponsabili. Abbiamo detto chiaro e tondo - ha concluso - che il governo deve andare avanti e che il Parlamento deve andare avanti per approvare i provvedimenti adottati dal governo. Prima di tutto viene l’interesse della nostra Italia".

Una signora, con un cartello “Via i condannati dal parlamento”, è stata ingiustamente allontanata e presa a spinte e sputi. 

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi