Martedì 21 Gennaio 2020 - Ultimo aggiornamento 11:29
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Putin, con Berlusconi fanno a gara di machismo. Il presidente russo incita all’omofobia: vergogna

 

La dichiarazione di Putin sul fatto che se Berlusconi fosse stato gay non l’avrebbero condannato dimostra con ogni evidenza, se ancora ce ne fosse bisogno, l’omofobia del premier russo. Tra lui e Berlusconi fanno a gara di “virilità”, machismo e sessismo: sono indecenti. Al presidente russo bisognerà spiegare che il suo “compagno di merende” Berlusconi è stato condannato per reati fiscali e che alla giustizia italiana per fortuna nulla importa dei suoi orientamenti sessuali: siamo una democrazia. Putin si occupi piuttosto della violenza contro le persone gay in Russia, di cui è certamente responsabile e complice, vista l’omofobia che non tenta nemmeno di nascondere. [Paolo Ferrero]

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi