Domenica 22 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 18:26
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Uruguay, il Frente Amplio straccia tutte le previsioni negative e va al ballottaggio
Anche in Uruguay, come in Brasile, la sinistra resiste. Il Frente Amplio fa un bel pieno di voti va pieno di speranze al ballottaggio: Tabar‚ Vazquez, l'ex presidente (2005-10) e candidato del Frente Amplio, la coalizione progressista al potere, affronteà lo sfidante Luis Lacalle Pou, del Partido Nacional (o 'bianco', centrodestra) da una posizione netta di vantaggio, avendo ottenuto un risultato ben al di sopra delle aspettative al primo turno, con il 46-47% dei voti.

Lacalle Pou, con circa 32% dei voti, ha ottenuto meno del 34% previsto prima delle elezioni e soprattutto che Pedro Bordaberry, candidato del Partido Colorado (o "rosso", destra) si è fermato al 13%, molto al di sotto del 16% indicato dalle inchieste demoscopiche. in attesa dei risultati ufficiali, fonti del Frente Amplio confidavano che il partito di governo potrebbe perfino raggiungere il 48% dei voti, il che significherebbe preservare la maggioranza parlamentare di cui dispone attualmente nelle due camere. l Frente Amplio ha fatto ben di più che confermarsi come la prima forza politica del paese: ha dimostrato che è capace non solo di accettare la sfida del ballottaggio ma anche continuare a guidare l'Uruguay per altri 5 anni con l'appoggio degli elettori, malgrado le molte critiche fatte al suo decennio al potere.

Nato in una famiglia umile di Montevideo, l'oncologo Vazquez ha cominciato la sua carriera politica negli anni ottanta come sindaco della capitale. Alla guida del Fronte ampio - una grande coalizione fra partiti di sinistra e cristiano democratici – è diventato presidente nel 2005, mettendo fine alla lunga alternanza fra i conservatori del Partito nazionale e del Partito Colorato. A Vazquez, che ha terminato il mandato con un alto tasso di popolarità, è succeduto Mujica. I due leader sono esponenti di diverse anime del Fronte: Vazquez ha per esempio posto il veto alla legge sull'aborto, poi passata da Mujica, e ha espresso dubbi sulla liberalizzazione della marijuana.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi