Lunedì 22 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 11:18
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Locatelli (PRC Torino): Caro Airaudo, Tsipras non è Chiamparino
A Giorgio Airaudo che sta meditando di partecipare a primarie di coalizione all'interno dello schieramento di centrosinistra e di forze moderate varie dico che non si può pensare di continuare a tenere un piede in due scarpe. La partecipazione alle primarie del deputato Sel, come scrivono i giornali, avrebbe come posta in gioco non tanto la contesa della leaderschip, certa, inespugnabile di Sergio Chiamparino quanto l'idea di "rosicchiare" il plebescito che l'ex sindaco di Torino di fatto ha già in tasca avendo e il riconoscimento di qualche postazione istituzionale.

Ad Airaudo chiedo molto semplicemente di riflettere bene prima di prendere una decisione illogica, grave il cui unico risultato sarebbe di produrre divisione e confusione. Soprattutto chiedo di non tirare in ballo il progetto della lista unitaria, di sinistra antiliberista che si va costruendo intorno alla candidatura di Alexis Tsipras alle elezioni europee. Tspras, emblema di una lotta contro i poteri forti, i centri finanziari, le politiche liberiste e di austerità, è l'esatto contrario di una figura come Chiamparino sponsorizzato proprio dal mondo delle imprese, della finanza, dei poteri forti.

Invece che pensare di partecipare al tritacarne di primarie di facciata, già segnate nel loro esito finale da un candidato e da un programma iperliberista, ci si metta a disposizione per la costruzione anche in Piemonte di una coalizione autonoma di sinistra che raccolga le tante forze che in questi anni si sono distinte per le battaglie contro le politiche neoliberiste di devastazione sociale. ambientale, del lavoro. Questa è l'unica strada coerente, il resto è un film già visto che sul piano degli effettivi cambiamenti politici non porta da nessuna parte.

 

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi