Venerdì 18 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento 08:30
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Piemonte, (Prc): Chiamparino è l’opposto di Tsipras. Unire la sinistra per un altro piemonte Pubblicato il 18 mar 2014

Ezio Locatelli, segretario provinciale Prc Torino e Fabio Panero, segretario regionale Prc Piemonte hanno rilasciato la seguente dichiarazione: "Abbiamo letto della proposta di Sel di aprire un confronto programmatico con Sergio Chiamparino in vista di un sostegno alla candidatura di quest’ultimo a Presidente del Piemonte. Noi pensiamo che i compagni di Sel stiano sbagliando in tutto e per tutto interlocutore. Chiamparino, appena dimessosi da presidente della fondazione bancaria San Paolo, è la tipica rappresentazione della politica delle “porte girevoli” per la quale i meccanismi del potere funzionano in base ad un interscambio tra mondo delle imprese, della finanza e apparati politici. Il tutto all’insegna del modello neoliberista, di un progressivo abbandono della centralità dell’intervento pubblico a favore di una espansione del mercato e degli interessi privati.
Non ci vuole molta fantasia per capire che la candidatura di Chiamparino, al di là delle operazioni di facciata che lasciano il tempo che trovano, ha una valenza politica programmatica diametralmente opposta alla proposta di Tsipras messa in campo a livello europeo da tutti noi. Per questo ai compagni di Sel rinnoviamo l’invito di non dividere la sinistra a livello regionale per un’operazione che è in rotta di collisione con lo spirito della lista Tsipras. Chi sostiene la lista Tsipras ha il dovere di un minimo di coerenza di indirizzo politico. Per questo è più che mai necessario anche in campo regionale costruire una lista unitaria di sinistra per un’altro Piemonte".

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi