Sabato 20 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 16:25
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


"L'Altro Piemonte a Sinistra": lavoro, beni comuni, ambiente, No Tav, e soprattutto tanta partecipazione e solidarietà

Sono sei i candidati che si sfideranno il prossimo 25 maggio per la presidenza della Regione Piemonte. L'Ufficio centrale regionale della Corte d'Appello di Torino ha ammesso infatti sei degli otto listini presentati: 'L'Altro Piemonte a Sinistra' che ha come candidato alla presidenza della Regione Mauro Filingeri, 'Movimento 5 Stelle' con Davide Bono, 'Ncd-Udc' con Enrico Costa, 'Centro Destra per Pichetto' che ha come candidato presidente Gilberto Pichetto, 'Crosetto Fratelli d'Italia' con Guido Crosetto, 'Chiamparino presidente' con il candidato Sergio Chiamparino'. Non sono invece state accettate le liste del 'Movimento Bunga Bunga - Usei' con il candidato Marco Di Nunzio e 'Lista dei Grilli-No Euro' con Roberto Cermignani.

Per Mauro Filingeri, candidato presidente alle regionali del Piemonte "quella de "L'Altro Piemonte a Sinistra" è una lista costruita dal basso con persone e candidati rappresentativi del mondo del lavoro, del precariato giovanile, dell'associazionismo, delle lotte ambientaliste per la tutela della salute nei luoghi di lavoro".

La presentazione ufficiale dei candidati è stata fatta questa mattina presso un gazebo allestito in Via Garibaldi. Tra i candidati figurano Sergio Bonetto, avvocato di parte civile in cause importanti relative agli ex operai TyssenKrupp o al disastro ambientale Eternit, delegati sindacali di importanti aziende nel settore metalmeccanico, bancario, della scuola, della grande distribuzione, cooperatori, attivisti No Tav, No Tangest, No F35, impegnati in associazioni come W la Costituzione, Anpi o Libera. Uno spaccato di società civile oltre che di esponenti di diverse forze di sinistra, da Rifondazione Comunista, a Sinistra Anticapitalista, Azione Civile, Socialisti di sinistra.

L'Altro Piemonte a Sinistra si richiama esplicitamente allo spirito della lista l'Altra Europa con Tsipras. Per Filingeri "la nostra difesa dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, la nostra contrarietà alle politiche di austerità, alle privatizzazioni, allo smantellamento dei servizi sociali è a tutto campo. Riguarda sia le politiche europee che piemontesi. Chi vota centrodestra o Chiamparino vota due versioni dello stesso programma liberista. Non siamo nemmeno attratti dal populismo cosiddetto "né di destra né di sinistra". "L'alternativa che vogliamo costruire è dichiaratamente di sinistra, ispirata ai valori della solidarietà, della giustizia. della partecipazione, del cambiamento sociale".

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi