Mercoledì 16 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento 20:46
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Emilia Romagna, le tangenti di "Sistema" anche nell'autostrada Cispadana. Prc: "Non ci sorprende. Sospendere l'iter"
L’operazione “Sistema” sulle tangenti nelle grandi opere e la perquisizione negli uffici della società Autostrada Regionale Cispadana spa non sorprende affatto il Prc dell'Emilia Romagna. Già nel 2013 dall’inchiesta sugli appalti TAV di Firenze erano emerse le pressioni esercitate da un componente della commissione di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), finito poi agli arresti, per favorire il buon esito della valutazione della Autostrada Cispadana presso il Ministero dell’Ambiente. Buon esito avvenuto recentemente, con il giudizio contrastante di due Ministeri, e sul quale sorge il legittimo sospetto sulla sua piena correttezza.

"L’Autostrada Cispadana serve solo a chi la fa - dichiara Stefano Lugli, segretario del Prc dell'Emilia Romagna -: serve a costruttori, cavatori e speculatori, e serve a politici e tecnici corrotti per scambiarsi favori, affari e far aumentare illecitamente il costo dei lavori. Niente di nuovo, sappiamo che le grandi opere si portano dietro grandi interessi, difesi da istituzioni e politici che le spacciano come la modernità quando sono invece la zavorra che impediscono al paese di investire in ciò che è realmente utile alla collettività, come la messa in sicurezza del territorio".
"Il contesto entro al quale prosegue l’iter autorizzativo dell’autostrada cispadana - aggiunge Lugli - è inquinato irrimediabilmente e buon senso vorrebbe che ogni ulteriore avanzamento del progetto autostradale fosse congelato almeno fino al definitivo chiarimento di ogni passaggio sospetto".
Al Presidente Bonaccini, che non perde occasione per esaltare il suo modello di Regione con 5 nuove autostrade - conclude - chiediamo di intervenire per sospendere l’iter della Autostrada Cispadana: questo progetto così controverso non può proseguire con queste pesanti ombre".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi