Lunedì 17 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento 10:41
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
"Unità, partito sociale e lotta contro l'austerità". Il Prc tiene a Roma la conferenza d'organizzazione
"Siamo qui per il rilancio del partito sia come prospettiva politica - il tema è l'uscita da questo capitalismo in crisi - che ponendo al centro del dibattito il tema del socialismo, dell'eguaglianza e della ridistribuzione del reddito e del lavoro. Vogliamo rilanciare la prospettiva comunista". Il segretario di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero oggi ha chiuso i lavori della conferenza di organizzazione del partito a Roma. Un appuntamento che si è svolto a due anni dal congresso di Perugia e in un percorso di ricostruzione e rinnovamento. Rifondazione comunista ha tutta l’aria di voler giocare un ruolo da protagonista nel percorso di unità della sinistra. Nell’ambito dell’iniziativa, molto partecipata, ci sono stati alcuni confronti importanti come quello con alcuni esponenti di Syriza e Podemos sul ruolo del mutualismo e, questa mattina, con alcuni rappresentanti del Venezuela a proposito della globalizzazione e del ruolo che può giocare l'America Latina.

"Il primo obiettivo è rilanciare il partito nel sociale in modo che sia un partito non solo di rappresentanza ma che lavora concretamente per cambiare e difendere le condizioni di vita delle persone, e contro la povertà e l'impoverimento - spiega Ferrero - Il secondo punto è la costruzione di una sinistra unita che esista in Italia come nel resto d'Europa. Infine, la costruzione di un movimento grande contro l'austerità che è il vero problema del popolo italiano".
"Quindi - conclude il segretario di Rifondazione - si tratta di tre obiettivi per rafforzare il partito: 1) rilanciare la prospettiva comunista. 2) Costruire una sinistra unita contro e fuori dal centrosinistra. 3) Creare un movimento di massa contro l'austerità per bloccare queste politiche che stanno distruggendo le prospettive di vita degli italiani". Il documento finale, approvato a stragrande maggioranza, verrà fatto circolare a partire da domani. 

Week end romano di elaborazione politica anche per la “coalizione socile” di Maurizio Landini, che ha riunito alcuni tra i primi aderenti al progetto per discutere della bozza di documento programmatico. "Quello di Landini è un ottimo progetto”, ha sottolineato Ferrero. “Abbiamo bisogno che la società si organizzi. La Fiom fa benissimo ad avanzare questa proposta che spero venga accettata anche dalla Cgil. Noi abbiamo bisogno di fermare le politiche di austerità. E, in tal senso, la società civile di Landini può essere un interlocutore fondamentale".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi