Domenica 24 Marzo 2019 - Ultimo aggiornamento 17:33
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


M5S, i muri all'accoglienza partono da Torino. Locatelli (Prc): "Se la prendono con i più deboli invece di affrontare i nodi sociali"
E’ di un consigliere comunale del M5S di Torino, tal Vittorio Bertola, la proposta avanzata contro una presunta permissività nel sistema di accoglienza dei profughi in Italia. Le misure invocate sono: “un giro di vite sui permessi di soggiorno”, “sorveglianza più stretta dei profughi”, “rimpatrio forzato”. Nessun riferimento alla necessità di istituire corridoi umanitari in risposta alle centinaia, migliaia di essere umani che dopo essere fuggiti da guerre, persecuzioni e povertà muoiono a centinaia, a migliaia nel Mediterraneo.
"Invece che occuparsi della lotta alla disoccupazione, agli sfratti, alle privatizzazioni di servizi pubblici - sottolinea in una nota il segretario del Prc di Torino, Ezio Locatelli, grandemente presenti a Torino il consigliere 5 Stelle, al pari di un qualsiasi esponente fascioleghista, non trova di meglio che prendersela con le persone più deboli, i senza voce, gli ultimi nei confronti dei quali viene invocata la politica del respingimento".
"Un incidente di percorso? - continua Locatelli - Neanche per sogno. La proposta, pubblicata e rilanciata sul blog di Beppe Grillo, è di fatto assunta come linea politica del M5S. Una vergogna. Adesso sappiamo, una volta in più, cosa significa essere un movimento né di destra né di sinistra. Quando c’è da scegliere da che parte stare, al dunque, il pendolo va a destra dove prevalgono gli interessi di chi non vuole essere smosso e disturbato dalla sua condizione di (relativa) supremazia o privilegio. Non solo per un problema di umanità nei confronti dei profughi ma per un cambiamento sociale e politico vero va ripresa una lotta del basso contro l’alto – non dall’alto contro il basso - contro ogni forma di discriminazione, in favore dell’accoglienza, dei diritti, della dignità, dell’uguaglianza di tutte e tutti".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi