Sabato 25 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 19:42
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Il MUOS resta sequestrato, uno schiaffo a Usa e Governo

10prima-muos-andreA-scarf-44

La Cassazione rigetta il ricorso dell’avvocatura dello Stato per conto del Ministero della Difesa e rimane sotto sequestro il grande impianto satellitare installato della Marina degli Stati Uniti nel territorio di Niscemi, nel centro della Sicilia. La Cassazione condanna anche il Ministero della Difesa al pagamento delle spese processuali.

Ministero della Difesa e governo che hanno recitato, fino in fondo, il ruolo di servili e ignoranti azzeccagarbugli al servizio degli USA, contro il loro popolo, registrano un’umiliante sconfitta giuridica, politica e morale.

Molto male ne esce anche il governo regionale protagonista di vergognose giravolte.

Vede confermate le sue ragioni, anche dal punto di vista giuridico, il grande movimento di popolo contro l’installazione della mostruosa macchina di morte e devastazione ambientale, voluta dalle oligarchie politico-militari USA per acquisire un enorme vantaggio strategico.
Siamo di fronte ad un passaggio di straordinaria importanza, politica e simbolica, per la lotta contro la guerra. Vi è la conferma che il radicamento della presenza militare USA e Nato avviene a Niscemi come altrove, in un quadro di completa illegalità, in violazione non solo dei principi della Costituzione ma anche delle norme che tutelano la salute e la sicurezza dei cittadini, l’ambiente e il territorio.

Lo straordinario movimento di popolo che da molti anni si batte con coraggio e intelligenza contro il MUOS può esprimere una grande soddisfazione. Va sottolineato, in particolare, l’esemplare intreccio che si è realizzato in questa battaglia tra mobilitazione e attivazione di forti saperi scientifici e giuridici.

Sappiamo però che questa lunghissima lotta ha ancora molta strada di fronte a sé: l’ingerenza degli USA e il servilismo di chi occupa le istituzioni italiane continueranno. Tanto più che l’imperialismo USA accentua di giorno in giorno il suo carattere aggressivo e che il ruolo destinato alla Sicilia nei piani di guerra del Pentagono diventa sempre più grande.

Oggi, dunque, con più forza e più fiducia, rilanciamo una grande mobilitazione per il completo smantellamento del MUOS e delle altre installazioni di Niscemi, contro le basi USA e Nato sul territorio nazionale, contro l’Alleanza Atlantica, contro il coinvolgimento dell’Italia in assurdi progetti di guerra.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi