Mercoledì 29 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento 15:49
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Roma, quindicimila in piazza per l'unico vero bene comune, l'alternativa al Pd. Fassina: "La questione delle candidature è superata". Intervista audio
Almeno quindicimila persone hanno sfilato oggi pomeriggio al corteo "Roma Non si Vende". Un lungo e festoso serpentone ha attraversato il centro storico da piazza Vittorio al Campidoglio, dove si è tenuta un'assemblea conclusiva.
Una iniziativa che non si vedeva da tempo, e che è riuscita a mettere davvero insieme le varie articolazioni di un movimento reale che si batte per i beni comuni e per una alternativa politica nella capitale. Da Rifondazione comunista a LSA 100Celle, passando per Usb, Asia, Action, centri sociali; e ancora, Cinecittà bene comune, il Forum per l'acqua pubblica, i No Triv, i lavoratori dei canili, la Carovana delle periferie, il Coordinamento contro la Precarietà. 
Una bella e varia umanità che ha detto chiaro e tondo come il primo "bene pubblico" è la partecipazione reale e che sul bilancio di Roma Capitale non ci possono essere giochini di palazzo. Il dramma della casa sta piegando in due la città. E il prefetto-commissario Tronca risponde con gli sgomberi. Il Pd, e Giachetti in particolare parlano d'altro. E questa mattina arriv addirittura a dichiarare che potrebbe "anche non farcela". A corteo è stato presente per tutta la sua durata il candidato Stefano Fassina. In questa sua breve intervista ha lasciato capire che l'ipotesi delle primarie con Marino è ormai ridotta a niente. Anche perché la discriminante resta sempre di più il programma. E il suo di programma ha come punto cardine il no alla privatizzazione, la ristrutturazione del debito e il nodo della povertà e dell'emarginazione. 

"La manifestazione è molto incoraggiante e dimostra quanta attenzione c'è ai beni comuni e che un'altra Roma c'è già. E dobbiamo fare in modo che quest'altra Roma si senta coinvolgo nella sfida politica per cambiare il volto della città", dichiara Fassina. 
"Ora dobbiamo fare uno sctto per dare uin messaggio  tutta la città. Sui beni comuni e su una amministrzione che combatte la disuguglianza e la povertà. Riaggregare uomini e donne che non ne possono più del Pd". 

"Inizia un percorso, dobbiamo cercare di portarlo avanti. Stiamo vedendo che la forza c'è dobbiamo usarla per dare una prospettiva a questa città", dichiara il segretario del Prc Claudio Ursella. 

La campagna "Roma non si vende" viaggia sul web con video, gif e i volti noti della romanità verace e popolare: la scritta "Venderesti tua nonna?" e accanto la foto della Sora Lella. "Venderesti tua madre?" insieme alla lupa capitolina. "Venderesti il tuo capitano?", ed ecco insieme un bel ritratto di Francesco Totti. Ci sono anche diversi testimoniali, come Daniele Gaglianone e ZeroCalcare.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi