Venerdì 24 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 19:42
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Il Consiglio di Stato accoglie il ricorso: la lista Fassina potrà partecipare alle elezioni di Roma
Ammesse al voto del prossimo 5 giugno la lista per Fassina sindaco a Roma. Lo ha deciso il Consiglio di Stato ribaltando la decisione del Tar Lazio. Il Consiglio di Stato, si legge in una nota, ha riformato la sentenza del Tar Lazio e ha accolto l’appello proposto dalle liste «Sinistra per Roma Fassina Sindaco» e «Rete Liberale», di sostegno al candidato sindaco Marchini, ammettendole a partecipare alla prossima consultazione elettorale per le amministrative.

La sentenza di merito è stata resa dal Consiglio di Stato il primo giorno lavorativo successivo alla presentazione dell’appello. Le liste erano state escluse per la mancata indicazione in alcuni atti della data di autenticazione delle sottoscrizioni. Il Consiglio di Stato ha ritenuto illegittima tale esclusione perché nessuna disposizione di legge prevede, per la materia elettorale, la nullità di tali autentiche quando siano prive di data, purchè risulti certo che l’autenticazione sia stata effettuata nel termine previsto dalla legge.

Il Consiglio di Stato ha sottolineato l’importanza del principio democratico della massima partecipazione alle consultazioni elettorali nei casi in cui le liste siano in possesso di tutti i requisiti sostanziali e formali essenziali richiesti dalla legge.

Fassina festeggia con un tweet: "Felice per sentenza consiglio di stato. La sinistra torna in campo a Roma più forte di prima" 

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi