Venerdì 24 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 12:20
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Liguria, approvata la legge che sostiene chi si fa giustizia da solo. Protesta di Libera: "Risorse sottratte alla sicurezza. Un paradosso"
Il sostengo alle vittime della criminalita' e' legge in Liguria. Il Consiglio regionale ha approvato con 16 voti favorevoli (maggioranza) e 15 contrari (opposizioni) la norma proposta dalla giunta e voluta dalla vicepresidente, Sonia Viale, che prevede un patrocinio da parte della Regione per sostenere le spese legali "nei procedimenti penali per la difesa dei cittadini che, vittime di un delitto contro il patrimonio o contro la persona, siano indagati per aver commesso un delitto per eccesso colposo in legittima difesa, ovvero assolti per la sussistenza dell'esimente della legittima difesa".
"Netta contrarieta'" viene ribadita da Libera Liguria. "In primo luogo- scrivono in una nota i rappresentanti liguri dell'associazione di don Luigi Ciotti- ci sembra illegittima l'equiparazione tra condotte lecite, poste in essere nei limiti dello scriminante della legittima difesa, e condotte illecite, poste in essere con eccesso colposo".
Ma Libera e' preoccupata anche dal fatto che "a quanto pare, le coperture finanziarie derivino proprio da una riduzione dei fondi destinati all'Osservatorio per la sicurezza, che negli anni ha garantito all'Amministrazione e alla cittadinanza una lettura attenta e puntuale del territorio. Lettura attenta e puntuale che non ha mai evidenziato la necessita' di un provvedimento come questo". Per gli attivisti dell'associazione contro le mafie e la criminalita', "la sicurezza dei cittadini deve essere garantita attraverso gli strumenti sanciti dalla Costituzione e non puo' essere in alcun modo legittimata la logica della giustizia privata. L'obiettivo di abitare citta' vivibili, e quindi sicure, puo' essere raggiunto solo attraverso investimenti che mettano al centro l'educazione, la dignita' delle persone e la giustizia sociale".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi