Venerdì 20 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 17:07
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Fisco, per la Cgia c'è un lieve ritocco all'ingiù. "Ma la prova del nove sarà in autunno"
Per l'anno in corso la pressione fiscale e' destinata ad attestarsi al 42,8 per cento (al 42,2 per cento se si considera anche quanto vale il mancato gettito legato al bonus degli 80 euro erogato ai lavoratori dipendenti con retribuzioni medio basse): 0,7 punti in meno rispetto al dato riferito al 2015. Questi dati emergono da un'analisi dell'Ufficio studi della CGIA.
"Tale riduzione- puntualizza il segretario della CGIA Renato Mason- e' ascrivibile ad un leggero rafforzamento della ripresa economica in atto, all'abolizione della Tasi sulle abitazioni principali, all'eliminazione dell'Imu sugli imbullonati, al riconoscimento alle imprese di un extra costo del 40 per cento sugli investimenti effettuati quest'anno e all'eliminazione dell'Irap sulle aziende agricole".

Ma per evitare una nuova stangata, entro la fine di quest'anno il Governo Renzi dovra' trovare 15,1 miliardi di euro per "sterilizzare" la clausola di salvaguardia introdotta con la legge di Stabilita' 2015, altrimenti dal 2017 subiremo un forte aumento dell'Iva.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi