Domenica 16 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento 10:41
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Il blandito Giuliano

Pensavamo che martedì fosse l’ultima sua rottura annunciata, vista la messa all’ultimo posto dello Ius Soli. La rottura – finalmente – con il Pd. Ieri dalla direzione di Cp è uscito qualcosa di più: Giuliano Pisapia si ritira.

Dopo essere stato «sempre più vicino a Renzi» – così Vespa titolava sugli infissi di «Porta a Porta» – stavolta rompe con l’ex premier. E si ritira. Una litania di abbracci e rotture. Per un leader che si è messo, senza che nessuno glielo avesse chiesto, al centro di un ipotetico fronte di centrosinistra. Molcito, ricercato, ammirato, contattato, in una parola blandito da tutta la sinistra e non solo, Pisapia è passato dalla appartenenza al Prc a una lontananza abissale; dalla vicinanza con Si alla rottura, dalla scesa in campo con Bersani alla fragorosa presa di distanza, per abbracciare il Pd (cioè Maria Elena Boschi).

Nei giorni scorsi è stata rivelata anche una inaspettata «rottura con Alfano». Ora si ritira, e sembra la fine del blandito, troppo blandito, Giuliano.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi