Giovedì 23 Marzo 2017 - Ultimo aggiornamento 17:03
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Pace in Colombia, da ieri i colloqui tra Governo ed Eln. Settemila Farc consegnano le armi
Dall'entrata in vigore nei primi giorni dell'anno a oggi di quello che e' l'accordo di pace siglato a Cuba tra il governo colombiano e le Farc, sono circa 7 mila i guerriglieri che hanno consegnato le armi all'esercito e iniziato il passaggio alla vita civile.
Sotto l'attento controllo dell'Onu i guerriglieri. Per quanto riguarda i bambini guerriglieri le stesse Farc hanno fatto sapere di aver segnalato piu' di 50 nominativi di giovani da reintegrare alla vita civile.
Sul fronte Eln ieri si e' insediato ufficialmente a Quito, Ecuador, il tavolo di negoziazione tra il governo colombiano e i capi della seconda fazione guerrigliera che si prospettano lunghi e particolari per le richieste differenti dalle Farc che l'Eln potrebbe avanzare. Le intenzioni d'altronde sono ben chiare nelle parole dei due capi negoziatori. Il rappresentante del governo, Juan Camilo Restrepo, ha detto: "Speriamo che l'Eln comprenda il valore di questo tempo di pace. Difficilmente si tornera' indietro". Chiara la risposta di Pablo Beltran, capo della delegazione per la pace dell'Eln: "Non siamo arrivati al tavolo per chiedere una rivoluzione per decreto ma per sintetizzare dei cambi". Intanto un recente sondaggio vede circa il 61,2% dei colombiani poco convinti che si arrivera' a un accordo con l'Eln perche' pensa che la guerriglia non abbia una seria intezione di concluderlo.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi