Lunedì 27 Febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento 17:29
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Usa/Venezuela. Maduro difende El Aissami e chiude le emittenti legate agli Usa
Il governo del presidente Nicolas Maduro ha ordinato la sospensione del segnale del canale della emittente americana Cnn in lingua spagnola e di altri canali legati e trasmessi via cavo nel paese. Sono al buio le emittenti DirecTV, Supercable, Netuno e Movistar. Alla sospensione di questi gestori seguira' l'apertura di un procedimento amministrativo punitivo contro il canale americano dopo che lo scorso fine settimana ha trasmesso uno speciale in cui il vice presidente venezuelano, Tareck El Aissami, e' stato legato alle accuse da parte degli Stati Uniti di aver consegnato passaporti in bianco, quando era ministro dell'interno, al gruppo estremista di Hezbollah.

Il Conatel, Commissione nazionale per le telecomunicazioni, ha spiegato che tale decisione e' stata adottata perche' il canale
"distorce le notizie e calunnia. La procedura riflette il contenuto che la citata catena internazionale sta diffondendo sistematicamente e ripetutamente nel corso della sua programmazione giornaliera che puo' essere visto in modo chiaro e
percepibile. Sono attacchi diretti che minacciano la pace e la stabilita' del democratico popolo venezuelano generando un clima
di intolleranza" specifica un passaggio del comunicato emesso dalla Commissione.

In precedenza, la Ministro degli esteri venezuelano, Delcy Rodriguez, aveva avvertito che il governo avrebbe agito contro la
Cnn in lingua spagnola specificando che il servizio sui passaporti agli estremisti islamici era "legato a informazioni passate dal portavoce dell'opposizione e in parte dalla presunta campagna mediatica volta a destabilizzare l'amministrazione del presidente Maduro". "Sappiamo che le campagne imperiali sono sempre accompagnate dall'interventismo", ha poi concluso la Ministro Rodriguez.
La Cnn e' il quarto canale televisivo a cui il governo di Maduro ha tolto le trasmissioni. All'inizio fu il canale nazionale 'Rctv' con piu' di 50 anni di storia, poi 'Ntn24' broadcast via cavo con sede a Bogotá. L'ultimo e' stato 'The Carabobeno', decano della stampa regionale e fermato dopo 83 anni di attivita'. Pochi minuti dopo la cessazione del segnale della Cnn in spagnolo il presidente Maduro ha fatto una trasmissione televisiva a favore dell'operato del vicepresidente El Aissami di cui ha sottolineato con forza le virtu' di comando ed elogiandone la lotta contro "il traffico di droga colombiano che e' un flagello per il Venezuela che ne e' vittima".
Su questa vicenda della Cnn Maduro ha comunque affermato che
provera' a parlarne con il nuovo presidente degli Stati Uniti:
"Se la Cnn manipola l'informazione significa che vuole mettere il
governo di Donald Trump contro di noi", ha detto.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi