Martedì 25 Febbraio 2020 - Ultimo aggiornamento 12:00
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
"Cresce la sinistra nel Veneto". Intervento di Paolo Benvegnù
Netta avanzata delle liste alternative e di sinistra nel Veneto. Da Padova a Belluno, senza trascurare il buon risultato di Verona, dove le liste di sinistra superano il risultato di Altra Europa, nei comuni di Mira, Feltre, Mirano i risultati del voto segnano un significativo e importante progresso, sia rispetto le precedenti amministrative sia alle ultime regionali. Partecipazione dal basso e chiarezza nei programmi sono state la base di un successo, anche superiore alle nostre aspettative e che indica con chiarezza la strada su cui proseguire sia in campo nazionale che in campo locale. Nel Veneto le drammatiche emergenze ambientali, dei Pfas e dell’utilizzo massivo dei pesticidi nella bolla speculativa del Prosecco, la vicenda delle banche venete, del Mose e della Pedemontana, della precarietà diffusa e dei bassi salari - di molto inferiori a quelli delle altre regioni del nord - indicano il fallimento del modello predatorio di cui è stata protagonista la governance politica ed economica di questa regione. Solo una sinistra capace di una proposta forte e radicale sul piano della riconversione ecologica delle produzioni, in tutti i settori, del riconoscimento dei diritti di chi ha un lavoro e di chi ancora lo cerca, che metta al centro della sua iniziativa i bisogni delle classi popolari, la partecipazione democratica e la riappropriazione dei beni comuni contro le privatizzazioni, può rappresentare la necessaria alternativa alle forze politiche, agli apparati, al blocco di interessi che governa questa regione e il resto del paese.

*segretario regionale di Rifondazione Comunista del Veneto
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi