Lunedì 21 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento 11:13
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Mailbombing a Palazzo Chigi: "Onorate gli impegni pre-elettorali sul Ceta". Prc: "Vigileremo, contro i trattati che come il Ttip mettono in mora i diritti delle personeQ
“Con la presente il sottoscritto/a vi chiede di onorare l’impegno pre-elettorale No CETA non tratto proposto dalla Campagna Stop CETA, per cui i candidati di M5S e Lega hanno aderito…” così inizia il testo dell’azione della Campagna Stop-TTIP/ Stop CETA che prevede l'invio di e-mail all’indirizzo di Di Maio, Salvini e il sottosegretario Geraci.

La richiesta è di portare il CETA in aula, molto prima delle prossime scadenze elettorali e di respingere l’ipotesi di procedere alla firma dei trattati. Trattati, che, è bene ricordarlo, non garantiscono i diritti umani, il lavoro e l’ambiente.

All'iniziativa ha aderito anche il Prc. "Una giornata di lotta - si legge in una nota firmata da Rosa Rinaldi - che ha costretto il ministro Di Maio a dichiarare in Parlamento la contrarietà del Governo alla ratifica del CETA. Naturalmente le dichiarazioni non bastano: gli impegni vanno mantenuti, a differenza di quanto stava producendo il non confronto, negli ultimi mesi all’interno della task force sul CETA, il trattato di libero scambio dell’Unione europea con il Canada, da cui si volevano allontanare quei soggetti che in Italia come in Europa contrastano gli accordi di liberso scambio. Vigileremo e lotteremo insieme alla rete delle associazioni che compongono la Campagna Stop-TTIP/Stop-CETA affinché non venga ratificato né il CETA né il TTIP, né altri trattati che mettono in mora i diritti delle persone".

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi