Giovedì 15 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento 15:03
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Venezuela, scontri dell'esercito al confine con la Colombia: i gruppi paramilitari uccidono tre militari e altri dodici rimangono feriti
Almeno tre militari venezuelani sono morti e dodici sono risultati feriti al termine di uno scontro a fuoco registrato nel sud del paese, in "rappresaglia" a operazioni di polizia condotte contro "gruppi paramilitari colombiani". Lo ha detto il ministro delle Difesa venezuelano Vladimir Padrino Lopez riportando i fatti salienti degli scontri in una serie di messaggi pubblicati sul proprio profilo di Twitter. L'esercito venezuelano aveva riferito dell'arresto di Luis Felipe Ortega Bernal, considerato leader locale dell'Esercito di liberazione nazionale (Eln), la formazione armata irregolare più potente oggi in Colombia. La cattura ha scatenato la reazione dei paramilitari che hanno teso un'imboscata agli uomini della Guardia nazionale bolivariana (Gnb) che si era recata nella zona di frontiera per operazioni di pattugliamento, causando il bilancio sopra descritto. La contro risposta dell'esercito ha portato all'arresto di tre persone, tra cui una donna, e al sequestro di diverse armi, una granata e soldi.

Il ministro ha riportato l'ordine del presidente Nicolas Maduro di "espellere qualsiasi gruppo armato che operi in territorio venezuelano e garantire la pace in tutti gli spazi della Repubblica". La presenza di attività paramilitari nella zona di confine è uno dei ricorrenti motivi di polemica tra Colombia e Venezuela, paesi i cui rapporti sono da tempo non amichevoli. Da parte colombiana si denunciano presunti aiuti che verrebbero forniti alle attività criminali di un gruppo che deve in parte il suo patrimonio ideologico e culturale al marxismo combattente dell'America latina. Caracas, da parte sua, lamenta gli effetti sul proprio territorio dei numerosi e violenti conflitti intestini colombiani. "Il Venezuela è vittima di 60 anni di guerra in Colombia, paese che non è riuscito a garantire la pace nel proprio territorio", ha scritto Padrino Lopez in un ultimo messaggio riguardante i fatti.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi