Lunedì 21 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento 11:13
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Rifiuti a Roma, situazione sempre più a rischio. Si teme il periodo delle feste. Cgil, Cisl e Uil: "Basta guerriglia sul tema dei rifiuti. Non capiamo il Pd"
"In merito alla complicata vicenda del bilancio di Ama e al braccio di ferro con Roma Capitale, abbiamo già espresso la nostra soddisfazione. Bisognava uscire dall’impasse, garantire continuità e salari. Da adesso pensiamo che si debba ritornare a parlare di chiusura del ciclo, di rilancio industriale e di condizioni di lavoro. Ma per farlo serve una prospettiva condivisa, una sinergia vera tra livelli istituzionali e un progetto ampio sull’impiantistica e sulla governance del ciclo, senza difese d'ufficio dell'attuale assetto societario. Per dirla chiaramente: basta guerriglia sul tema dei rifiuti”. Così in una nota Michele Azzola e Natale Di Cola, segretari generali della Cgil Roma e Lazio e della Fp Cgil Roma e Lazio.

“A tal proposito – continuano i sindacalisti - non capiamo la posizione assunta dal Partito Democratico, che sembra dimenticare
quanto condivise siano le responsabilità su una simile situazione. Solo un tavolo nazionale che metta insieme Ministero, Regione e Comune può contribuire a risolvere la questione. Di certo non saranno gli attacchi costanti all’azienda a produrre risultati. Serve una task
force per pulire Roma ed evitare che le feste natalizie diventino un altro contraccolpo per la città. La sindaca convochi un tavolo con Ama, Sindacati e Municipi per dare all’azienda un quadro generale di criticità. Dagli appalti per le utenze non domestiche all’esplosione dei cumuli raccolti manualmente, è evidente che qualcosa non va dal punto di vista operativo". "Tutti si prendano le proprie responsabilità - concludono- e lavorino per il bene della Capitale, invece di giocare al tiro a segno”.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi