Lunedì 22 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento 18:23
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
L'Arci a congresso da giovedì dopo la scelta di appoggiare Mattarella
Dal 7 al 10 giugno l'Arcci va a congresso a Pescara. "Liberarsi dalle paure" è il titolo scelto per la XVII assise nazionale.

"Proprio in questi ultimi giorni - si legge nel documento di presentazione - abbiamo assistito a un’escalation dell’avvelenamento del clima politico-istituzionale. Una spirale dannosa per la nostra democrazia. Le parole, i toni, le minacce che abbiamo sentito in questi giorni da parte delle forze politiche che pretendono di governare non sono propri di una democrazia matura. Si è tentata la strada della forzatura, si è provato ad ‘alzare l’asticella’". "Si è scherzato, di nuovo verrebbe da dire, col fuoco - continua l'Arci -. E in queste ore pare accorgersene anche chi con i toni ha esagerato parecchio. Per questo abbiamo espresso la nostra solidarietà al Presidente Mattarella, per questo il 2 giugno, a Bologna, insieme ad ANPI abbiamo festeggiato i 70 anni della Costituzione chiedendo a tutti di rinnovarne la condivisione sui valori dell’antifascismo e dell’antirazzismo. E per questo anche sentiamo che, in questo clima confuso e avvelenato, la difesa della Costituzione può non essere sufficiente. Noi ci sentiamo di dire che le cose vanno cambiate. Che a noi non piace questa Europa, che la vorremmo più democratica e più solidale. E che ci batteremo per non lasciare che il campo sia occupato da un europeismo meramente liberista e da un becero nazionalism".

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi