Domenica 18 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 12:48
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Caos Tav Tap. Intervista a Enzo Di Salvatore (audio): "Il M5S è in piena contraddizione. Ci sono le norme internazionali anche in caso di revoca". Prc: "C'è una linea del Governo sulla Tav?"
«Il governo Conte è una banderuola o ha una linea sulla Tav?", si chiede Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista - Sinistra Europea. E ancora, il premier può dire chiaramente "se l'esecutivo nel suo complesso vuole o non vuole la Tav in Val di Susa?"

Il caos è grande a palazzo Chigi. E non solo sulla Tav. Un'altro dei capitoli spinosi è quello del Tap, grande opera gemella, pe rinteressi e dimensione geopolitica, a quella della Torino-Lione. "Il M5S si è incastrato in una bella contraddizione - sottolinea il professor Enzo Di Salvatore in questa intervista a Roma Radio Rete Edicole (clicca qui per ascoltare) - anche perché la materia è regolata da un preciso tratato internazionaale".
  
"Noi da anni siamo al fianco della popolazione valsusina - prosegue Acerbo - contro questa opera inutile e dannosa, e ormai anacronistica. Anni in cui la resistenza di un intero movimento è stata repressa duramente e continuamente criminalizzata. I grillini per una volta rispettino le promesse. Il ricatto della perdita dei finanziamenti europei è irricevibile, dato che si tratta di una quota e che il grosso dei costi ricade sull'Italia. Quei soldi usiamoli per cose che servono al paese e ai cittadini. Oggi il M5S ha votato contro la reintroduzione dell'articolo 18. La promessa di fermare la Tav in Val di Susa farà la stessa fine?».
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi