Martedì 26 Marzo 2019 - Ultimo aggiornamento 18:02
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Fascisti, aggressione a due giornalisti dell'Espresso. Il sindacato dei giornalisti: "Tra i picchiatori anche Giuliano Castellino sottoposto a un provvedimento restrittivo". Che ci faceva lì senza controlli della polizia?
Aggrediti, insultati, privati di foto e video relativi ad un fatto degno di indagine giornalistica. Un cronista e un fotografo dell’Espresso sono stati picchiati al Verano da esponenti di movimenti neofascisti mentre documentavano il raduno per commemorare i fatti di Acca Larentia in cui furono uccisi due militanti di destra.
Tra questi era presente Giuliano Castellino il quale non doveva trovarsi lì sottoposto come è a un provvedimento restrittivo della libertà personale, come scrive in una nota l'Associazione stampa romana.
I violenti hanno identificato i colleghi sottraendo i documenti video e foto che avevano raccolto prima che intervenisse la polizia.
Gli aggressori hanno gridato “L’Espresso è peggio delle guardie”. "Ebbene sì. La libera informazione che non si fa intimidire - prosegue Stampa romana - può fare molto male a chi pensa di essere al di sopra della legge".
Immediata la solidarietà di Stampa romana a Federico Marconi e Paolo Marchetti con la richiesta a forze dell’ordine e magistratura di agire con prontezza in tempi rapidi.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi