Venerdì 26 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento 13:42
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Il gruppo GUE/NGL condanna il tentativo di colpo di stato in Venezuela
Il GUE/NGL condanna fermamente il tentativo di colpo di stato in Venezuela con l’autodichiarazione di Juan Guaidó come “presidente ad interim” del paese – una posizione che non esiste nell’attuale costituzione venezuelana – e la strategia per legittimare un intervento straniero in Venezuela.

Il GUE/NGL esige una ferma condanna del tentato colpo di stato da parte del vicepresidente della Commissione europea, Federica Mogherini, del Consiglio e degli Stati membri, e di rispettare il diritto internazionale – vale a dire i principi della Carta delle Nazioni Unite – nonché il principio di non intervento come espresso nella loro recente comunicazione riguardante la situazione in Venezuela.

Il GUE/NGL condanna l’intensificazione crescente delle interferenze politiche, il blocco economico e finanziario, la destabilizzazione diplomatica e le continue minacce promosse dagli Stati Uniti, dal gruppo autonomo di Lima e dall’Unione europea contro il Venezuela. Chiediamo la revoca delle sanzioni economiche e finanziarie contro il Venezuela, che hanno fortemente contribuito al deterioramento dell’economia del paese.

Il GUE/NGL è per il rispetto della volontà del popolo venezuelano e dei diritti umani. Invita l’UE a non seguire la strategia irresponsabile adottata dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e alcuni paesi dal cosiddetto gruppo di Lima che pretendono di legittimare un intervento straniero in Venezuela invece di sostenere e promuovere soluzioni pacifiche e situazione.

Oggi, è più che mai necessario che l’UE sia ferma nel sostenere lo Stato di diritto in Venezuela e sostenere l’invito del presidente, Nicolás Maduro, a chiedere l’immediata convocazione di ampi dialoghi politici nazionali, ricordando che qualsiasi la soluzione all’attuale situazione politica ed economica deve essere risolta dai cittadini nazionali, in linea e nel rispetto del proprio quadro giuridico e della propria costituzione.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi