Venerdì 19 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 16:25
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Bouteflika rinuncia alla quinta candidatura ma nega agli algerini il diritto di voto. Urne rinviate sine die
Il presidente algerino Abdelaziz Bouteflika rinuncia alla candidatura nelle elezioni presidenziali previste il prossimo 18 aprile, ma nello stesso tempo le rinvia a data da definirsi. E poi un "programma" a breve termine che rimette in campo lo spettro del regime duro: il governo di Algeri vedrà “importanti cambiamenti” e una “nuova Algeria” nascerà dalla Conferenza nazionale “inclusiva e indipendente”.
Insomma, un colpo di Stato soft che l’82enne capo dello Stato algerino ha sintetizzato in un importante messaggio alla nazione pubblicato questo pomeriggio dall’agenzia di stampa ufficiale “Aps”.

Dopo due settimane di proteste, l’anziano presidente rientrato ieri in patria dopo il ricovero all’ospedale di Ginevra ha deciso quindi di rinunciare a un quinto mandato alla guida del paese senza però rinunciare ad una qualche forma di controllo. Bouteflika ha parlato di una “nuova Repubblica algerina” affidata “alle nuove generazioni di algerini e algerine che saranno i principali attori e beneficiari della vita pubblica e dello sviluppo sostenibile dell'Algeria di domani”. Inoltre, il presidente ha annunciato “importanti cambiamenti all'interno del governo nel prossimo futuro”. Cambiamenti che intendono dare “una risposta adeguata alle aspettative che mi avete rivolto, e una pronta reazione alle richieste di responsabilità”, ha aggiunto Bouteflika nel messaggio ai cittadini algerini. Il capo dello Stato ha poi convocato una “Conferenza nazionale inclusiva e indipendente dotata di tutti i poteri necessari al dialogo, allo sviluppo e all'adozione delle riforme che dovranno costituire la base del nuovo sistema che porterà all'inizio del processo di trasformazione del nostro Stato-nazione”. Questa conferenza sarà “la mia ultima missione per completare l’opera di cui Dio Onnipotente mi ha concesso capacità e per il quale il popolo algerino mi ha dato l'opportunità”.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi