Venerdì 23 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 18:51
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Algeria, il popolo non ci sta al golpe soft di Bouteflika. Proteste in piazza in diverse città
Proseguono in Algeria le proteste di piazza il giorno dopo la decisione del presidente Abdelaziz Bouteflika di rinviare le elezioni presidenziali, rinunciare a un quinto mandato alla guida del paese e indire un referendum su una nuova Costituzione. Centinaia di cittadini, per lo più studenti, sono scesi ieri nelle piazze di diverse città algerine, come Algeri, Bouira, Bejaia e Tizi Ouzou, per manifestare contro “l’estensione del quarto mandato” dell’82enne capo dello Stato. La stampa indipendente algerina ha interpretato il messaggio alla nazione di Bouteflika come un tentativo dell’entourage presidenziale di rimanere al potere e di cercare di guidare la transizione. L’opposizione, nonostante sia divisa, ha denunciato l’incostituzionalità della soluzione - peraltro non nuova - escogitata dalla cerchia presidenziale. Non sembra bastato, dunque, il passo indietro dell’82enne Bouteflika. Il sentimento di euforia per la vittoria della piazza si è trasformato in una richiesta di dimissioni immediate e incondizionate non solo di Bouteflika, ma dell’intero clan al potere. C’è attesa ora per le manifestazioni di venerdì 15 marzo, quando milioni di algerini scenderanno nuovamente in piazza.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi